La terra che trema… si è difficile, ma non possiamo farci prendere dal panico, soprattutto se abbiamo la responsabilità di qualcuno, che siano bambini, anziani o altre persone con cui magari collaboriamo ad esempio al lavoro.

Ci sono alcune regole di base da tenere presente, con la consapevolezza che i terremoti non si possono prevedere, diversamente da quel che afferma qualcuno (specie sul web e sui social network) seminando inutilmente ansia.

Durante un terremoto se ci si trova all’interno di un edificio è opportuno:

- uscire subito se si è al piano terra

- rimanere al riparo se ci si trova ai piani superiori, e cioè vicino a muri portanti, travi, porte principali, oppure sotto ad un tavolo. MAI fuggire sulle scale e tantomeno in ascensore o  sui terrazzi. Appena finisce la scossa verificare se le scale sono praticabili e uscire.

- in casa: spegnere i fornelli o altri apparecchi a gas.

- se siete in auto e avvertite la scossa rallentate immediatamente e cercate di fermarvi, ma attenzione: evitate sottopassaggi, terreni franosi, ponti, cavalcavia, dossi e zone vicine alle centraline elettriche.

Consigliamo di scaricare e leggere questa breve guida, redatta dalla protezione civile dell’Emilia Romagna, con informazioni anche su cosa fare dopo un terremoto e prima, cercando di prevenire quanto possibile con alcuni accorgimenti in casa, mai scontati

Terremoto: cosa fare [pdf]